fbpx

Fatturazione elettronica: nuove specifiche tecniche dal I ottobre 2022

fattura-elettronica-2022

Fatturazione elettronica: nuove specifiche tecniche dal I ottobre 2022

Prima di illustrare le novità che entreranno in vigore il I ottobre, ricordiamo che il divieto di fatturazione elettronica per le fatture i cui dati sono da inviare al Sistema Tessera Sanitaria è stato prorogato fino al 31/12/2022.

L’obbligo di fatturazione elettronica per gli ottici è dunque in essere solo per:

  • Fatture alle aziende (B2B), avendo cura di non inserire dati sensibili, come da Interpello 307/2019;
  • Fatture PA;
  • Fatture ai consumatori per beni non detraibili, che quindi non vengono trasmesse al Sistema Tessera Sanitaria.

Per quanto riguarda il ciclo passivo, l’obbligo di fatturazione elettronica per i fornitori degli ottici è entrato in vigore il I gennaio 2019. Pertanto, da più di tre anni gli ottici devono ricevere le fatture elettroniche tramite un canale telematico, come, ad esempio, FOCUS FE.

Le novità delle specifiche tecniche 1.7.1

Lo scorso 2 agosto l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato versione 1.7.1 delle specifiche tecniche per la fatturazione elettronica, che entreranno in vigore il I ottobre 2022.
Qui di seguito sintetizziamo le novità del nuovo tracciato, che non avranno impatti rilevanti nella gestione quotidiana delle fatture nei centri ottici.

Nuovo codice Tipo documento TD28

Come noto, il I luglio 2022 è entrato in vigore l’obbligo di fatturazione elettronica via Sistema di Interscambio per gli scambi di beni con San Marino, ma rimangono esclusi gli operatori sanmarinesi che nell’anno solare precedente hanno dichiarato ricavi inferiori a € 100.000. Per questo motivo, il soggetto passivo IVA italiano potrebbe ancora ricevere fatture cartacee con addebito dell’imposta da soggetti residenti/stabiliti a San Marino.

In questo caso, l’acquirente italiano dovrà emettere un file-fattura XML per assolvere all’obbligo di comunicare i dati delle operazioni con controparti non stabilite in Italia. La fattura elettronica avrà come <TipoDocumento> il nuovo codice TD28 e dovrà essere trasmessa al Sistema di Interscambio, come le altre integrazioni/autofatture, entro il quindicesimo giorno del mese successivo.
Se, invece, la controparte di San Marino emette fattura senza addebito dell’imposta, l’operatore italiano dovrà usare i codici TD17 e TD19 per assolvere l’IVA in Italia.

Aggiornamento del blocco “AltriDatiGestionali”

Le nuove specifiche 1.7.1 consentono di inserire il valore “F24”nel campo 2.2.1.16.1 <TipoDato> del blocco 2.2.1.16 <AltriDatiGestionali> per comunicare all’Agenzia delle Entrate l’avvenuta regolarizzazione dell’imposta a debito con versamento tramite modello F24.

Nuovi controlli sui file-fattura XML

Le specifiche introducono anche nuovi controlli e motivi di rifiuto sui sui file-fattura XML, con l’obiettivo di “ottimizzare il processo di fatturazione elettronica” e “assicurare una qualità del dato sempre più elevata“. In particolare, per ottimizzare la gestione delle integrazioni/autofatture per le operazioni con controparti non stabilite in Italia, l’Agenzia ha aggiornato/introdotto i seguenti codici errore:

  • Codice 00476: il Sistema di Interscambio verifica che <IdPaese> del <CessionarioCommittente> non sia diverso da “IT” quando <IdPaese> del <CedentePrestatore> è diverso da “IT”
  • Codice errore 00471: il <CedentePrestatore> non può essere uguale al <CessionarioCommittente>
  • Codice errore 00473: non è ammessa l’indicazione di un cedente italiano. Nel tipo documento TD28 l’elemento <IdPaese> deve essere valorizzato con la stringa “SM”
  • Codice errore 00475: deve essere presente la partita IVA del <CessionarioCommittente>

Le nostre soluzioni per i centri ottici

FOCUS 10 opera tenendo conto dei divieti ed obblighi in essere, per cui emette fattura cartacea per le fatture da trasmettere al Sistema TS e fattura elettronica negli altri casi.
Il modulo per la fatturazione elettronica FOCUS FE, che include un portale per gestire lo scambio dei file-fattura XML con il Sistema di Interscambio, integra in modo semplice l’emissione, la trasmissione, la ricezione e conservazione a norma delle fatture elettroniche nelle procedure di FOCUS usate quotidianamente.

Gli ottici che non attivano il modulo FOCUS FE possono comunque esportare i file-fattura XML dal programma per importarli in piattaforme esterne per la fatturazione elettronica.

Per saperne di più, contattaci tramite questo form, chiamaci al numero 0422.445442, oppure richiedi il DEMO gratuito di FOCUS 10.

Maria Chiara Visentin
visentin@bludata.com

Direttore Commerciale di Bludata Informatica