fbpx

San Valentino 2020: il content marketing che risponde alle ricerche degli utenti

san-valentino-content-marketing-2

San Valentino 2020: il content marketing che risponde alle ricerche degli utenti

Con l’inizio di febbraio i brand preparano l’occasione perfetta per far innamorare i consumatori dei loro prodotti: San Valentino.

Havans Media, gruppo francese di consulenza nella comunicazione, ha condotto una ricerca su 500 persone maggiorenni da cui emerge che il percorso di acquisto del regalo di San Valentino comincia circa 10 giorni prima: se si opta per un regalo acquistato in un punto vendita fisico, le persone sfruttano la pausa pranzo o il weekend precedente. Se invece si sceglie l’acquisto online, si arriva anche a un paio di giorni prima. I touch point maggiormente consultati sono i profili social o i siti internet dei brand. Per chi invece non sa cosa comprare, i motori di ricerca e gli amici o parenti restano fonti utilissime per stimolare il processo di acquisto.

La ricerca evidenzia che il  70% degli italiani si informa sul web per i regali e stima che gli acquisti in occasione di San Valentino ammontino ad una spesa di circa 80 euro per coppia. È emerso inoltre che si preferisce regalare esperienze piuttosto che prodotti. 

Google Trends e San Valentino

In base ai dati di Google Trends possiamo vedere che le ricerche online legate a “San Valentino” in Italia stanno aumentando negli ultimi giorni. Il numero di ricerche per “San Valentino” è tuttavia decisamente molto più basso della ricerca del termini “Occhiali”. Questa informazione ci può far riflettere sul fatto che l’associazione dei due temi può essere ben sfruttata grazie ad efficaci messaggi di content marketing.

google-trend-occhiali

Interesse nel tempo: I numeri rappresentano l’interesse di ricerca rispetto al punto più alto del grafico in relazione alla regione e al periodo indicati. Il valore 100 indica la maggiore frequenza di ricerca del termine, 50 indica la metà delle ricerche. Un punteggio pari a 0, invece, indica che non sono stati rilevati dati sufficienti per il termine.

Sempre connessi ma fedeli al negozio fisico

Ormai le persone non vanno online, ma vivono online.
Questo rende sempre più importante essere presenti nei momenti, brevi ma significativi, in cui avviene la decisione di acquisto:

  • Il tempo medio trascorso a navigare da Mobile rappresenta il 64% del totale speso online ed è pari a circa 45 ore al mese (Fonte: Osservatori Digitali)
  • L’ecommerce in Italia riguarda circa 7% degli acquisti complessivi (Fonte: Osservatori Digitali)
  • Il 48% degli utenti utilizza Google per cercare informazioni su un acquisto che farà online o in store (Fonte: ThinkWithGoogle)
  • La ricerca di un prodotto comincia nel 51% dei casi su un motore di ricerca e solo il 31% in negozio (Fonte: ThinkWithGoogle)
  • Il 61% dei consumatori preferisce fare acquisti da brand che hanno anche un negozio fisico anziché da quelli che sono solo online (Fonte:ThinkWithGoogle)
  • Gli smartphone hanno conquistato tutti gli italiani, anche gli ultrasessantenni non ne fanno più a meno: dal 2018 al 2019 più 6 punti percentuali per la fascia 65-75 anni (Fonte: Deloitte)

Le ricerche online per cercare idee originali

Le persone cercano idee online e non solo per i regali di San Valentino, ma anche per Natale, per i compleanni o altre occasioni importanti. E’ possibile quindi sfruttare la richiesta di una soluzione alla propria ricerca fornendo contenuti di valore e prima mano agli utenti indecisi sui propri acquisti. Creare contenuti ad hoc che parlino di amore in modo differenziante e unico, anticipare i tempi ed essere visibile sono gli ingredienti da considerare per comunicare nel periodo più romantico dell’anno.

Per posizionare un contenuto all’inizio della SERP (elenco dei risultati del motore di ricerca) ci sono diverse strade. Vediamo i principali modi:

1) il posizionamento organico, cioè grazie a testi interessanti, unici, di cui siamo noi la fonte;
2) il posizionamento referral, cioè grazie a citazioni di altri siti, blog, influencer o brand ambassador.
3) la pubblicità a pagamento.

Volendo considerare in particolar modo il posizionamento organico, quello cioè che possiamo ottenere dai post scritti per il nostro blog, ci sono alcuni accorgimenti importanti da considerare.

Come scrivere per attirare gli innamorati

Le persone sono alla ricerca di ispirazione

Gli algoritimi di Google, principale motore di ricerca, sono complicati e in continuo cambiamento. Una cosa però è certa oggi: il contenuto originale e di cui siamo noi la fonte è valorizzato da Google. Consideriamo quindi di scrivere uno o più post nel nostro blog illustrando le nostre attività per San Valentino e collegando le nostre proposte o offerte di servizi per questa giornata o periodo. La lunghezza di un post non è significativa, ma è importante che l’argomento sia trattato con completezza e dettaglio.
Google premia anche l’uso di un lessico chiaro e ben comprensibile. Anche i motori di ricerca oggi mettono al centro la persona e sono così sofisticati da escludere i testi che hanno una meccanica ripetizione di parole chiave, a favore di storie e descrizioni che parlino veramente a chi legge.

Dopo aver scritto il nostro post a tema San Valentino, dobbiamo ricordarci di alcuni passaggi utili per il posizionamento organico:

  • inserire i tag (es. San Valentino, occhiali, regalo, idea regalo etc. ) e le categorie a cui appartiene il post (novità, brand, montature etc.);
  • scrivere un titolo del post accattivante;
  • inserire una url (www.miosito.it/titolo-idee-regalo-san-valentino-centro-ottico-milano) con le parole chiave del post ricordando che la url può essere diversa dal titolo;
  • inserire una o più immagini che siano denominate con parole chiave (esempio: occhiale-idea-regalo-san-valentino.jpg);
  • inserire la alt-tag dell’immagine, cioè la frase descrittiva dell’immagine che abbiamo caricato, che verrà letta dal browser e che si visualizzerà al passaggio del mouse sulla foto
  • inserire una meta-description, cioè i 160 caratteri che compariranno nell’elenco di ricerca del browser come descrizione del post sotto al titolo: deve essere unica per ogni post;

Il centro ottico che ha un blog dentro un sito realizzato con la piattaforma WordPress sarà facilitato in questo compito grazie all’utilizzo del sofisticato ma intuitivo plugin Yoast: con i suoi semafori rossi, arancioni e verdi è praticamente impossibile dimenticarsi i passaggi.

E poi non dimentichiamoci della coda lunga: una catena di articoli collegati tra loro con dei link può aiutarci a trattenere i visitatori sul nostro sito e farli interessare sempre di più al nostro centro ottico.

 

 

Condividi →
Rossella Bianchi
rossella.bianchi@bludata.com

Responsabile Marketing di Bludata Informatica